Genere di piante arboree o arbustive decidue, originario dell’emisfero settentrionale. Il nome Tilia deriva dal greco ptilon (= ala), per la caratteristica foglia modificata, chiamata brattea, che facilita la dispersione dei semi ad opera del vento.

Appartengono a questo genere alberi di notevole dimensione, che raggiungono tranquillamente i 20 metri di altezza. Sono abbastanza longevi, in quanto arrivano anche a più di 250 anni di età e presentano tendenzialmente una chioma larga e tondeggiante. Le foglie, cuoriformi, hanno margine variamente seghettato e picciolo più o meno lunghe. I fiori, raggruppati in infiorescenze, sono molto odorosi e apprezzati dalle api; presentano una corolla di 5 petali dal colore giallognolo e sono protetti da una brattea di colore verde pallido. Questa va a proteggere anche i frutti, molto piccoli e globosi.

Le specie rientranti in questo genere sono poco esigenti dal punto di vista del terreno e dell’esposizione alla luce. Vengono coltivate come piante ornamentali in parchi, giardini e nei viali e sono molto bottinate dalle api, ricavandone un miele molto apprezzato. Il legno è leggero e idoneo per lavori di intaglio, intarsio e per realizzare parti di strumenti musicali. Corteccia e fiori sono invece molto impiegati nella fitoterapia per combattere soprattutto le infezioni gastro-intestinali.

In Italia le specie spontanee sono due: il tiglio selvatico (Tilia cordata) e il tiglio nostrano (Tilia platyphyllos). Esiste poi una terza specie, il tiglio comune o europeo (Tilia x europaea), ibrido tra le due specie citate prima. Il tiglio selvatico è diffuso su Alpi e Appennini fino alla Basilicata, mentre è assente nella bassa pianura e nelle zone mediterranee della penisola. Il tiglio nostrale si spinge invece fino all’Appennino calabrese e presenta foglie e frutti più grossi rispetto a Tilia cordata. In Italia è molto diffuso anche il tiglio americano, coltivato a scopo ornamentale.

I tigli sono spesso attaccati da insetti, funghi e acari, che colpiscono principalmente le foglie.

Corteccia

Portamento

Foglie

Frutti portati da brattea