Faggio rosso

Il faggio rosso, una cultivar dalle foglie scure.

Ordine: Fagales

Famiglia: Fagaceae

Genere: Fagus

Specie: F. sylvatica var. Atropurpurea

MORFOLOGIA

Portamento e dimensioni: albero deciduo che raggiunge tendenzialmente i 25 m di altezza. Ha chioma a forma di cono negli esemplari giovani, mentre diventa arrotondata in quelli adulti.

Corteccia: di colore grigio-bruno, con profonde screpolature e fessurazioni.

Foglie: dalla forma ellittica o ovata, si differenzia dalla specie tipo per il colore porpora scuro, che sfuma al color rame in autunno. Presentano margine ondulato e nervature marcate.

Fiori: maschili e femminili presenti sulla stessa pianta ma in posizioni diverse. I fiori maschili sono riuniti in amenti tondi e penduli, con un lungo picciolo. Quelli femminili sono invece accoppiati in un involucro detto cupola. La fioritura avviene tra aprile e maggio.

Frutti e semi: acheni di grandi dimensioni chiamati faggiole, dal colore bruno. Hanno un involucro non commestibile cosparso di aculei pungenti.

 

DISTRIBUZIONE E HABITAT

Varietà di faggio selvatico proveniente dall’Europa. Tollera bene i climi freddi e per questo si trova spesso anche nel Nord Europa e sulle Alpi in Italia. Resiste bene all’inquinamento urbano atmosferico e si adatta a tutti i tipi di terreno. Non ama i ristagni d’acqua.

 

UTILIZZO

Il faggio rosso viene impiegato come pianta ornamentale per parchi e giardini e in particolare per realizzare siepi, grazie alla resistenza ai venti. Ha anche una crescita vigorosa, che permette di ottenere muri verdi ben compatti in poco tempo.

 

CURIOSITÀ

Il fogliame secco rimane sui rami della pianta anche in autunno e inverno. Cade in primavera con la germinazione delle nuove foglie.

Portamento

Corteccia

Fiore maschile

Faggiole secche

Foglie

What's your reaction?
1Cool0Upset0Love0Lol
to top