L’albero delle lanterne cinesi, dai fiori caratteristici.

Ordine: Sapindales

Famiglia: Sapindaceae

Genere: Koelreuteria

Specie: K. paniculata

MORFOLOGIA

Portamento e dimensioni: albero deciduo con crescita molto lenta che raggiunge al massimo i 10 m di altezza. Ha tronco eretto e chioma fitta e tondeggiante. Con il passare degli anni tende però a contorcersi.

Corteccia: di colore grigio-argenteo, tende a fessurarsi longitudinalmente.

Foglie: composte, ciascuna con un numero variabile di foglioline che va da 7 a 17, con margine dentato. Di colore verde rosato in primavera che vira al verde intenso in estate e al giallo in autunno.

Fiori: di colore giallo, raccolti in pannocchie piramidali. Compaiono in estate, tra fine luglio e inizio agosto.

Frutti e semi: capsule cuoriformi, appuntite e di colore giallo-bruno. Contengono generalmente tre semi ciascuna, che vengono rilasciati verso l’inizio dell’autunno. Le capsule permangono invece sulla pianta fino alla primavera successiva.

 

DISTRIBUZIONE E HABITAT

Pianta originaria del Sud Est Asiatico. Tollera bene le estati calde e afose e si coltiva solitamente in posizione soleggiata e terreni ricchi di humus. Resiste all’attacco di numerosi parassiti.

 

UTILIZZO

L’albero delle lanterne cinesi è usato in Europa a scopo ornamentale per la particolare forma dei frutti, che ricorda le tipiche lanterne cinesi. La resistenza all’inquinamento atmosferico rende questa specie molto adatta per i parchi e giardini cittadini.

 

CURIOSITÀ

Il nome del genere è stato dato in onore del botanico tedesco Joseph Gottlieb Kölreuter, membro dell’Accademia di Pietroburgo, che fu il primo a studiare scientificamente i fenomeni dell’ibridazione.
“Paniculata” deriva invece da panícula (=pannocchia) per la tipica forma a pannocchia delle infiorescenze.
I semi contengono sostanze irritanti per cani e gatti.

Corteccia

Foglie

Frutti a capsula

Frutti aperti

Portamento