INSIEME; PER LA NATURA, PER LE PERSONE

Albero di Sant’Andrea

L’albero di Sant’Andrea o loto.

albero di sant'andrea

Ordine: Ebenales

Famiglia: Ebenaceae

Genere: Diospryros

Specie: D. lotus

MORFOLOGIA

Portamento e dimensioni:

albero deciduo alto fino a 10 m, con tronco dritto e robusto e portamento slanciato.

Corteccia:

di colore bruno e ruvida, tende a spaccarsi in piccole placche.

Foglie:

semplici, a forma lanceolata e con margine intero. Presentano una pagina superiore più lucida rispetto a quella inferiore, che risulta invece più chiara.

Fiori:

i fiori maschili sono riuniti in gruppi di 2 o 3; i fiori femminili sono invece solitari. Sono entrambi di colore giallo-verdastro e compaiono verso la fine della primavera.

Frutti e semi:

piccole bacche sferiche di colore giallo-arancione che compaiono in estate ma tendono a maturare solo in tardo autunno. Sono commestibili ma poco utilizzati per il sapore aspro, soprattutto quando non ancora ben maturi. Sono ricchi di proteine, zucchero e vitamina A. Non sempre contengono semi.

DISTRIBUZIONE E HABITAT

Pianta originaria della Cina, importata in Europa tra il 1596 e il 1597. Nei luoghi di origine raggiunge i 1500 metri di quota. Predilige terreni umidi e fertili e spesso tende a diventare quasi infestante.

UTILIZZO

Usata a scopo ornamentale e come porta-innesto del caco da frutta (Diospyros kaki) grazie alla sua maggiore resistenza al freddo e alle intemperie. Il legno è di buona qualità e viene utilizzato in falegnameria soprattutto nei paesi orientali. Dai frutti si può ricavare anche un liquore ottimo se bevuto freddo.

CURIOSITÀ

La specie è conosciuta sotto diverse denominazioni, tra le quali “Albero di Sant’Andrea” o “Legno santo”. Leggenda vuole che Sant’Andrea fosse stato crocifisso su una croce costruita proprio con il legno di quest’albero. Il nome generico è dato dall’unione dei due termini greci antichi “diós” e “pyrós” e letteralmente significa frutto degli dei; il nome specifico deriva invece da “lotos“, nome con cui venivano indicate diverse piante commestibili.  

albero di sant'andrea

Portamento

albero di sant'andrea

Corteccia

albero di sant'andrea

Foglie

Servizi ecosistemici
Valore
Valore economico €
2056,54
Sequestro Carbonio Kg/Anno
14,80
Deflusso Idrico evitato m3/Anno
0,90
Rimozione Inquinanti Gr/Anno
514,60
Benefici economici €/Anno
44,79

Ordine: Malvales

Famiglia: Malvaceae

Genere: Tilia

Specie: T. platyphyllos

Ordine: Malvales

Famiglia: Malvaceae

Genere: Tilia

Specie: T. platyphyllos