Il cipresso dell’Arizona, con aghi dall’odore sgradevole.

Ordine: Pinales

Famiglia: Cupressaceae

Genere: Cupressus

Specie: C. arizonica

MORFOLOGIA

Portamento e dimensioni: albero sempreverde che può raggiungere anche i 25 m di altezza, poco longevo. Il fusto è dritto, con chioma densa e colonnare a maturità.

Corteccia: dal colore grigio-rossastro, si fessura profondamente e rilascia abbondante resina profumata.

Foglie: squamiformi, a forma triangolare e di colore grigio-verde. Presentano ghiandole resinose sul lato non visibile ed emanano quindi un odore sgradevole se toccate. 

Fiori: essendo una conifera non produce fiori veri e propri, ma microsporofilli maschili e macrosporofilli femminili, portati da strobili. Compaiono a fine estate e permangono durante tutto l’inverno. Questa caratteristica ne permette l’identificazione rispetto ad altre specie di cipressi.

Frutti e semi: strobili a forma sferica, che si possono trovare sui rami singoli o in gruppo. Ciascuno è costituito da 6 o 8 squame di colore rosso-bruno. Maturano nell’arco di 2 anni e vengono chiamati anche galbuli.

 

DISTRIBUZIONE E HABITAT

Pianta originaria degli Stati Uniti, in particolare dell’Arizona e del New Mexico, introdotta in Europa verso la fine dell’800. Nelle zone d’origine si trova in una fascia montana compresa tra i 900 e i 1500 m di quota, in terreni superficiali e rocciosi. Richiede esposizione al sole.

 

UTILIZZO

Il cipresso dell’Arizona è una specie che viene impiegata a scopo ornamentale in viali e cimiteri e per realizzare linee di confine e siepi frangivento. Cresce bene infatti anche in spazi ristretti.

 

CURIOSITA’

I botanici individuano almeno quattro varietà di questo cipresso: glabra (caratterizzato dall’apparire di colore argentato se visto da lontano), montana (varietà in pericolo di estinzione che vive in alcune ristrette zone montuose del Messico), nevadensis (diffuso in alcune aree della California meridionale) e stephensonii (la cui distribuzione si estende tra la California e il Messico). 

Corteccia

Foglie squamiformi

Galbulo