Proposte rivolte alle classi delle scuole primarie e secondarie di primo grado

 

Tutte le attività in classe saranno supportate da fotografie, presentazioni in power point, visioni di filmati e impostate secondo una modalità interattiva, che parta sempre dalle esperienze e conoscenze degli alunni sull’argomento trattato.

Ad ogni docente sarà consegnata una piccola dispensa contenente approfondimenti riguardanti il tema degli incontri e materiale di approfondimento su cd o dvd. Ad ogni studente verranno consegnate schede di osservazione da compilare durante le uscite e altro materiale, a seconda del moduli scelti.

Ecco alcuni esempi di moduli per scuole primarie e secondarie di primo grado. Sei interessato a proposte didattiche su altre tematiche? Contattaci a info@ambienteacqua.it per avere il catalogo completo!

Le Vie Azzurre

Le domande che più frequentemente chi si occupa di biomonitoraggio dei corsi d’acqua si sente rivolgere dalle persone che osservano incuriosite le attività di campionamento, sono del tipo: “Si può fare il bagno?”, oppure: “L’acqua si può bere?”.

 

Si sta affermando la consapevolezza che solo la tutela dell’integrità ecologica dei fiumi potrà contemporaneamente garantire l’utilizzo dell’acqua in una logica di sostenibilità e di rinnovabilità di questa risorsa. Il segnale che questo cambiamento culturale sarà riuscito a coinvolgere l’intera società potrà essere colto quando la domanda che i curiosi rivolgeranno ai biologi sarà diventata: “Come sta il fiume?”

Navigli Percorsi di Vita

Dove portano i navigli? Chi li ha realizzati e per quale scopo? E qual è il loro impatto sull’ambiente circostante?

 

Un sistema di canali unico in Europa che ha influenzato profondamente le vicende della storia milanese ed ha impresso caratteristiche peculiari sui modelli architettonici e sul territorio: questa è l’eredità lasciata dai secoli trascorsi a chi oggi abita a Milano e lungo le sponde di queste vie d’acqua. Scopo del progetto è quello di valorizzare storia e tradizioni dei navigli lombardi, riscoprendo il patrimonio artistico, culturale e ambientale che caratterizza il loro corso, per promuovere un recupero e una riqualificazione territoriale che parta dalle comunità locali, dopo lunghi periodi di incuria e degrado. La conoscenza di questa realtà diviene allora anche un’occasione per educare i ragazzi alla cura ed al rispetto dell’ambiente che li circonda.

Cavalè, Muròm, Galeta e Gucc

Il percorso ha come obiettivo la scoperta di una vera e propria “industria” della seta nelle campagne della Brianza e del Nord Milanese. Dalla coltivazione dei gelsi, alla produzione degli aghi per la tessitura, sino all’allevamento dei bachi nelle cascine. Conoscere gli usi e i costumi legati al ciclo di vita della seta, la convivenza tra le famiglie contadine e i bachi, i bozzoli offerti alle parrocchie, e le grandi coltivazioni di gelso. L’attività tessile a domicilio integrava il lavoro dei campi nel passato. Oggi l’industria tessile rimane un settore dinamico. Cosa è mutato nel frattempo? Quali sono stati i grandi cambiamenti in questo settore e perché?

Il pieno d'acqua per favore!

Il progetto nasce dalla volontà di sensibilizzare le nuove generazioni sull’importanza della risorsa acqua e sul suo corretto utilizzo. Sono rare le volte in cui ci si sofferma a riflettere sulla vera provenienza dell’acqua che beviamo. Scopo del progetto è quello di portare gli studenti a riscoprire il valore dell’acqua sia a livello globale sia a livello locale, ponendo l’attenzione sull’importanza di un corretto utilizzo di questa importante risorsa. Attraverso una serie di incontri teorici si forniranno agli studenti le conoscenze e gli strumenti necessari per comprendere da dove provenga l’acqua che viene da loro utilizzata tutti i giorni.

A spasso tra le foglie

L’itinerario ha l’obiettivo di avvicinare studenti al mondo delle piante, in modo divertente e giocoso, senza omettere nozioni indispensabili per capire le varie differenze tra gli alberi. Impareremo che le piante, come gli animali, hanno un nome e un cognome che ci permetterà di classificarle, seguendo schede a chiavi dicotomiche e permettendoci di preparare un erbario delle erbe e delle piante presenti nel giardino della scuola o nella zona circostante. Scopriremo insieme che piante e fattori ambientali costituiscono un delicato sistema dinamico che può essere alterato gravemente da una qualsiasi modificazione.

Il ruggito della zanzara

Il progetto didattico “La zanzara tigre” vuole coinvolgere gli studenti e renderli portavoce presso le famiglie di buone pratiche per prevenire la diffusione della zanzara tigre.

 

La zanzara tigre è presente sul nostro territorio da aprile a ottobre, con un picco di massima densità in estate. È di fondamentale importanza sensibilizzare la popolazione su come comportarsi per evitarne la proliferazione: comportamenti di prevenzione, che vengono attuati impedendo la deposizione delle uova e vedono protagonisti tutti i cittadini, sono da preferire alle nebulizzazioni utilizzate per eliminare le zanzare adulte che hanno un forte impatto sull’ambiente e sono meno efficaci.

Energilandia

Il nostro sistema energetico è molto lontano dall'essere sostenibile, Attualmente gran parte dell'energia primaria proviene dalla combustione di risorse energetiche fossili (petrolio, gas naturale e carbone). 

 

Gli incontri del progetto educativo "Energilandia" saranno finalizzati allo studio globale dell'energia da differenti punti di vista. Verranno illustrate tutte le forme di energia e i loro principali utilizzi da parte dell’uomo, analizzando sia gli aspetti negativi che quelli positivi. I ragazzi avranno la possibilità di scoprire il significato di “energie rinnovabili”, capendo cosa sono e quali possibili utilizzi sono attuabili per un efficace risparmio energetico. Attraverso lo studio delle situazioni presenti a scuola o a casa, sarà possibile individuare i giusti accorgimenti da adottare per evitare inutili sprechi e consumi irragionevoli delle varie risorse energetiche.

C'è qualcosa per l'aria

In conseguenza del continuo utilizzo delle risorse non rinnovabili e dell’aumento di inquinanti nell’ambiente, ed in particolare in atmosfera nasce l’esigenza di informare ed educare le generazioni future sui rischi a cui si andrà incontro continuando su questa strada e soprattutto insegnare le alternative per un futuro sostenibile.

 

Gli incontri saranno finalizzati allo studio dell’atmosfera e delle sue fonti di inquinamento. Lo scopo sarà quello di sensibilizzare ed informare i ragazzi sugli attuali danni causati dai diversi tipi di inquinamento atmosferico e sui cambiamenti climatici in atto. Si cercherà di coinvolgere gli studenti nella diminuzione diretta delle fonti primarie di inquinamento, con azioni concrete partendo da piccole attenzioni quotidiane nelle scuole e nel proprio nucleo familiare.

Occhio all'imballaggio

Molte piccole cose, fatte da molta piccola gente, in molti piccoli luoghi, possono cambiare la faccia della terra.” (proverbio cinese). Questo è il concetto alla base di questo itinerario che vuole sensibilizzare i ragazzi ad un comportamento “sostenibile”.

 

Grazie infatti alla consapevolezza e alla conoscenza ognuno potrà impegnarsi nella quotidianità al rispetto per l’ambiente e a preservare le risorse per le prossime generazioni. Un nostro operatore insegnerà il ruolo e l’importanza dell’imballaggio per arrivare, attraverso la classificazione dei vari materiali e alla conoscenza dei problemi di smaltimento, alla consapevolezza delle possibilità di riduzione e recupero degli imballaggi. Verranno raccolti diversi materiali e studiato l’impatto di ciascuno di questi sull’ambiente.

© 2018 AmbienteAcqua Onlus, Via Pascarella 33, 20157 Milano, Tel. 0249527820, info@ambienteacqua.it p.IVA/CF 13356510159

  • w-facebook
  • Twitter Clean
  • Bianco Instagram Icona